Certificazioni linguistiche. Perché ormai sono indispensabili

 

Nelle scorse settimane il Liceo ha proposto ai suoi studenti la partecipazione ai corsi di preparazione per gli esami di certificazione linguistica nelle lingue inglese, francese e spagnolo (si vedano le circolari 057, 062 e 063 del 26 Settembre). A breve ne saranno proposti altri anche di altre lingue.

 

I corsi consentono agli studenti di prepararsi alle prove di esame per ottenere le certificazioni previste dal quadro Europass (per ulteriori informazioni clicca qui).

Ci si augura che, come avvenuto nello scorso anno, dove circa 300 alunni hanno partecipato ai corsi di preparazione, anche in questo 2018 - 2019 la risposta degli alunni e delle loro famiglie sia consistente, numericamente e qualitativamente.

Con riferimento ai quesiti che sono giunti, circa luoghi e orari di svolgimento dei corsi , si può fin d’ora affermare che, come avvenuto nello scorso anno, si cercherà di venire incontro alle diverse esigenze, soprattutto laddove sia possibile costituire più corsi. Inoltre, sfruttando il finanziamento relativo all’Avviso PON 3504 (Competenze di cittadinanza europea) i costi di partecipazione potrebbero essere ulteriormente contenuti.

Ribadiamo un concetto già espresso in passato. Possedere una (o meglio più) certificazioni linguistiche, non è solo un elemento di eccellenza; è una condizione oramai necessaria e imprescindibile. Sia nel proseguimento degli studi universitari (dove hanno carattere di obbligatorietà), sia per l'acceso al mondo lavorativo, dove, già da anni, il possesso di alte competenze linguistiche è un elemento dirimente nella selezione di candidati. Per non parlare delle selezioni e dei concorsi nella pubblica amministrazione.

La Scuola svolge un'opera importante; l'insegnamento delle lingue, all'interno del curricolo, è attuato in modo professionale approfondito dai nostri docenti. IL liceo si sta impegnando da anni nell'offerta di esperienza di studio a livello internazionale (non è un vezzo; è una raccomandazione comunitaria, che prevede, antro il 2020, che tutti gli studenti svolgano esperienze di studio e di lavoro all'estero). Tuttavia la Scuola non è (e non può essere, tranne alcune situazioni specifiche, adeguatamente normate, vedi Esabac) un ente certificatore.

Rinunciare ad una certificazione significa rinunciare al proprio futuro. E il proprio futuro va preso con impegno e serietà; prima che sia troppo tardi.

In allegato una piccola guida: Cosa sono e a cosa servono le certificazioni linguistiche.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookie sul vostro dispositivo.