Open day 2017-2018

Open day 2017-2018

Festival Internazionale di Poesia di Genova

 Festival di poesia

Luigi Surdich presenta

L’OSCURO DI OGNI SOSTANZA

di Francesco Macciò

  Reading di Francesco Macciò con Alessia Penco (violino)

 Palazzo Ducale – Munizioniere     

Martedì 13 giugno 2017 -  ore 17,20

 

da Luigi Surdich: La contraddizione, la distinzione, le parole

( Prefazione all’ L’OSCURO DI OGNI SOSTANZA, La Vita Felice, 2017 )

 Il libro è infine completato dal capitolo intitolato Pilgrimage che (…) colloca la sua ambientazione in luoghi della Bretagna e dell’Irlanda: una memoria di viaggio, dunque, che si propone come esperienza restituita nel pieno della sua concretezza e, insieme, come itinerario arricchito da una sua intrinseca sacralità in contrapposizione, pertanto, alla cadenza di una sentimentale regressione della memoria. Ne è prova, ad esempio, il transito dalla osservazione dall’esterno dei «minuscoli tralicci / minerali» dei «granelli di sabbia» alla consequenziale riflessione attraverso la quale, recuperando una memoria dannunziana, la misura del tempo diventa misura del secolare, dell’eterno (Su una spiaggia bretone). Una intuizione, interamente calata in immagini, che conduce, poi, nella poesia Dublin, al miracolo della sospensione del tempo con cui una situazione sentimentale-affettiva («Così soli quella sera»), accennata a metà del componimento, viene ripresa a preludio del finale e la ripresa sembra prospettare l’assoluto di una sospensione del tempo: «Così soli quella sera / nel transitare inerte / dei bastimenti, come se niente / dovesse più accadere».

Là dove l’iniziativa poetica si fa più personalizzata, con riscontri mutuati dall’esperienza e collocati nella oggettiva nominazione toponomastica, le categorie universali fanno sentire il loro più intenso respiro: a ribadire la persuasione che, comunque lo si declini e comunque lo si orienti (nel lampo memoriale, nella vigilanza del fenomenico, nella dinamica degli affetti, nella problematicità rinserrata entro l’«oscuro di ogni sostanza») è il materiale dell’esistenza, è il nutrimento dell’esperienza a porsi a fondamento della poesia e a legittimarne la necessità.

Scarica la locandina!

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Allegati:
Scarica questo file (Munizioniere.pdf)Munizioniere.pdf414 kB

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookie sul vostro dispositivo.