Legalità

Giustizia e legalità

Questa sezione raccoglie i documenti del Gruppo di lavoro sulla legalità 


Le mafie e l’illegalità frenano il processo di costituzione di una società democratica e ostacolano il progresso economico e civile. Nei periodi di crisi economica l’illegalità aumenta il proprio peso nelle società, sfruttando tutte le sacche di bisogno e di povertà, presso le quali può proporsi con la forza della propria disponibilità finanziaria. Quando la società si sfilaccia sotto la pressione combinata della disoccupazione e dell’emergenza finanziaria, per i cittadini e per le imprese la lotta civile contro l’illegalità può diventare un problema secondario. La coscienza civile deve arginare tutto ciò e cercare di tenere viva la vigilanza a presidio della democrazia sostanziale, che si basa sulla vita sociale libera dal terrore del ricatto criminale.

La proposta di dare vita ad un  “Gruppo di lavoro sulla legalità”  va nella direzione di tenere viva questa sensibilità. Negli anni passati le iniziative nella nostra scuola a difesa della legalità sono state episodiche, isolate e sporadiche. Il “Gruppo di lavoro per la legalità”, in accordo con la Dirigenza e con il Consiglio d’Istituto, potrà  invece delineare al’inizio di ogni anno scolastico un piano organico di attività coerenti, individuando i temi su cui impegnarsi, progettando le iniziative, organizzandole, presentandole e promuovendole all'interno della scuola, raccogliendo infine il materiale prodotto.

ALLA SCOPERTA DELLE ISTITUZIONI CHE PRESIEDONO ALLA LEGALITÀ

Giustizia 

GRUPPO LEGALITÀ

2016-2017

REFERENTI: Badano Gigliola, Wrubl Anna

Leggi tutto...

La giornalista Ester Castano al liceo Pertini

Ester Castano

VENERDI' 27 marzo 2015 alle ore 15 presso l'Aula Magna del Liceo Pertini 

 INCONTRO CON  ESTER CASTANO

Giornalista antimafia 
 
Gruppo di lavoro sulla legalità del Liceo Pertini

L’incontro con la giudice Anna Canepa.

 Il giudice Anna Canepa

Una relazione dei contenuti che ha affrontato ed una serie di link per capire meglio certi aspetti.

La dott.ssa Canepa ha spiegato come ha iniziato la sua vita professionale, avendo frequentato un liceo nella provincia di Ventimiglia e studiato giurisprudenza. Il suo sogno era quello di diventare avvocato civile, ma dopo avere passato il concorso per magistrato (180 posti per 6000 candidati) si è trovata coinvolta nell’assegnazione ad un tribunale “di frontiera” al sud. Tiene a precisare che chiunque può accedere per concorso alla funzione di magistrato. Certo, il concorso è decisamente difficile, lei ci si preparò per due anni, ma non è precluso a nessuno, purché abbia volontà e determinazione.

Leggi tutto...

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookie sul vostro dispositivo.