Open day 2016-2017

Open day 2016-2017

Oltre il buio (a.s. 2005-06 e 2006-07)

Il progetto si è inserito nel più vasto progetto ministeriale R.I.So.R.S.E. 3, acronimo di "Ricerca e Innovazione per il Sostegno della Riforma del Sistema Educativo”,  che è stato una ricerca qualitativa, la quale si è proposta di ricostruire in un quadro unitario le esperienze significative realizzate dalle scuole superiori italiane. Il progetto ha avuto una durata biennale.

 

Il Progetto Risorse 3 è stato sviluppato in continuità con la “filosofia” espressa nelle azioni realizzate sia per la scuola primaria sia per la scuola secondaria di primo grado, nei due decorsi anni scolastici e intende attivare anche nella scuola secondaria di II grado un’azione di ricerca sugli apprendimenti scientifici.

Il progetto che, oltre agli obiettivi specifici fissati, ha avuto la finalità di contribuire a creare un sistema MIUR-IRRE-USR-INDIRE in grado di supportare l’innovazione. Lo scopo dell’attività è stato quello dell’estensione della ricerca-azione, alle scuole secondarie di II grado nella fascia scolastica del biennio, attraverso laboratori tesi a costruire e/o potenziare le risorse della singola persona in apprendimento, utilizzando alcune particolari metodologie didattiche che consentano ai giovani di costruirsi competenze orientative generali e di riconoscere le risorse di cui sono portatori.

Tale esigenza, d’altro canto, è tanto più incalzante alla luce dei dati dell’indagine OCSE-PISA, che impongono una presa d’atto delle problematicità esistenti e l’individuazione di strategie di intervento.

La didattica con i caratteri dell’apprendimento progettuale, operativo, laboratoriale, per la sua valenza trasversale, non è patrimonio di una singola disciplina ne’ di un singolo consiglio di classe, ma rappresenta il punto di arrivo a cui tende tutto il sistema educativo e formativo e sviluppa azioni all’interno di ogni disciplina miranti ad evidenziare ed ampliare le competenze trasversali generando stimoli, motivazioni, estensioni dell’esperienza personale, collegamenti, spunti di autovalutazione, assunzione di responsabilità, per arrivare alla definizione di idonei percorsi formativi in grado di interpretare attitudini e scelte di vita dei ragazzi.

Il progetto specifico del “Pertini”, con la supervisione di IRRE Liguria, si è proposto di preparare delle prove da somministrare agli studenti delle classi seconde. I docenti sono stati coinvolti in quanto hanno dovuto preparare i quesiti da somministrare agli alunni e i parametri per la valutazione delle risposte. Da questo stadio di partenza, i docenti hanno ricercato un sistema di valutazione oggettivo relativamente ad alcuni apprendimenti significativi, i risultati dei quali sono stati letti da tutti i soggetti interessati alla valutazione (dirigente scolastico, docenti, genitori, alunni, ecc). Oltre a ciò il progetto ha inteso valutare i miglioramenti degli alunni, in relazione al loro punto di partenza. È noto, infatti, quanto l’apprendimento della matematica causi difficoltà ad un numero considerevole di alunni,  sebbene gli insegnanti abbiano sempre ricercato tecniche ed ausili che li aiutassero a rendere la loro attività didattica più accattivante e coinvolgente.

Con questo progetto, i docenti di matematica del “Pertini”, coordinati dalla prof.ssa Angela Berto,  hanno voluto porre un’attenzione vera ai complessi problemi del recupero della dispersione scolastica e fare una nuova riflessione sui problemi della valutazione in matematica. Il progetto è stato, pertanto, solo l’inizio di un nuovo modus operandi.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookie sul vostro dispositivo.