Casa di fiaba

Giovanna Zoboli e Anna Emilia Laitinen

Giovanna Zoboli e Anna Emilia Laitinen, Casa di fiaba

 

Un libro per bambini: ebbene sì. Una poesia (bellissima) illustrata (splendidamente), frutto della collaborazione tra Giovanna Zoboli, nome noto a chiunque abbia familiarità con la letteratura per l’infanzia (quella seria) e Anna Emilia Laitinen, giovane grafica finlandese. Come il titolo suggerisce, si parla della casa: la casa reale, quella sognata, quella che è dentro, quella che è fuori, e anche di quella grande casa che è il mondo. Questo piccolo libro, un cartonato di una dozzina di pagine, in un primo momento suggestiona il lettore e lo cattura, letteralmente, in virtù del rapporto intimo, profondo, che le due autrici sono riuscite a stabilire tra immagini e parole, in seconda battuta lo commuove – soprattutto se adulto, ancor più se adulto che ha relazione con bambini e ragazzi – e, da ultimo, lo sollecita a riflettere. Dimmi quale casa hai costruito, e ti dirò chi sei. Dimmi quale casa sogni, e capirò qualcosa di te. Chi ha memoria della fiaba I tre porcellini, ricorderà la casa di paglia, la casa di legno e la casa di mattoni. Ecco, gioverebbe – forse – aggiungere la casa di fiaba, intesa come dimensione interiore, ma anche come spazio spalancato sul mondo e sulle vite degli altri, costruzione personale che ci protegge e definisce chi siamo, ma anche luogo di incontro e di relazione.

Casa di fuori, /casa di dentro, /casa di suoni, /di gocce sul tetto, /casa ogni notte /percorsa nei sogni, /pentola, piatto, tavolo tondo. /Casa nel bosco, /letto di paglia, /casa scavata, /che batte nel petto.

Buona lettura e buona estate.

CG

 

Giovanna Zoboli e Anna Emilia Laitinen, Casa di fiaba, Topipittori 2013 

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookie sul vostro dispositivo.