Atti generali

Questa pagina contiene direttive, programmi, circolari, istruzioni emanati dall’amministrazione e ogni atto che dispone in generale sull’organizzazione, sulle funzioni, sugli obiettivi, sui procedimenti  nei quali si determina l’interpretazione di norme giuridiche che le riguardano o dettano disposizioni per l’applicazione di esse, ivi compresi i codici di condotta, in ottemperanza all'art. 12 del D.Lgs. 33/2013

La maggior parte dei riferimenti normativi quali Leggi (abbreviate con L.), Decreti-Legge (D. L.), Decreti Legislativi (D. Lgs), Decreti del Presidente della Repubblica (D.P.R.) e Decreti Ministeriali (D. M.) contengono link esterni alle norme di legge statale pubblicate nella banca dati "Normattiva".

 

  • Piano triennale dell'Offerta formativa
  • Regolamenti di Istituto
  • Circolari
  • Contratti collettivi nazionali di lavoro
  • Informativa Privacy
  • Regio Decreto 653/1925: contiene, anche se in parte decaduta,  la normativa che riguarda la valutazione degli studenti e gli obblighi della funzione docente.
  • C.M. 312/1979: disciplina le assemblee di istituto e di classe.
  • L. 517/1977: "Norme sulla valutazione degli alunni e sull'abolizione degli esami di riparazione nonché altre norme di modifica dell'ordinamento scolastico" (programmazione educativa, valutazione degli alunni, integrazione e sostegno per alunni portatori di handicap).
  • L. 241/1990: "Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi".
  • L.104/1992: "Legge-quadro per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone diversamente abili".
  • L. 97/1994: "Nuove disposizioni per le zone montane" (relativamente all'istituzione degli Istituti Comprensivi).
  • D.Lgs. 297/1994: "Approvazione del testo unico delle disposizioni legislative vigenti in materia di istruzione, relative alle scuole di ogni ordine e grado".
  • L. 59/1997: "Delega al Governo per il conferimento di funzioni e compiti alle regioni ed enti locali, per la riforma della pubblica amministrazione e per la semplificazione amministrativa" (art. 21, relativo all'autonomia scolastica).
  • L. 440/1997: istituisce un fondo per sostenere il processo dell’autonomia scolastica, da utilizzare prioritariamente per la sperimentazione e la formazione del personale scolastico.
  • L. 425/1997: istituisce il nuovo esame di Stato, articolato su tre prove scritte e una prova orale, su tutto il programma dell’ultimo anno di corso.
  • D.P.R. 323/1998: contiene il regolamento del nuovo esame di Stato e indica il meccanismo del credito scolastico e dei crediti formativi; introduce il riferimento al documento finale del Consiglio di classe come guida per la predisposizione della terza prova scritta e per la conduzione del colloquio.
  • D. M. 389/1998 e D.M. 390/1998: indicano le modalità di svolgimento delle tre prove scritte del nuovo esame di Stato.
  • D.L.vo 112/1998: disciplina i rapporti tra le scuole autonome e gli Enti Locali, primo fra tutti la Regione, che può dettare norma in materia di istruzione in base al Titolo V della Costituzione.
  • D.P.R. 249/1998“Statuto delle Studentesse e degli Studenti”, contiene i diritti e i doveri degli studenti.
  • D.P.R. 275/1999: "Regolamento recante norme in materia di autonomia delle istituzioni scolastiche".
  • D.M. 44/2001: regolamento concernente le "Istruzioni generali sulla gestione amministrativo-contabile delle istituzioni scolastiche".
  • D.Lgs 165/2001: definisce i compiti del Dirigente scolastico.
  • D.I.44/2001: detta le norme in materia di contabilità delle istituzioni scolastiche autonome.
  • L. 53/2003: "Delega al Governo per la definizione delle norme generali sull'istruzione e dei livelli essenziali delle prestazioni in materia di istruzione e formazione professionale" (Riforma Moratti) e decreti applicativi.
  • D.Lgs. 196/2003: "Codice in materia di protezione dei dati personali" (Legge sulla Privacy)
  • D.Lvo 286/2004: istituisce il Sistema Nazionale di Valutazione e il relativo ente che se ne deve fare carico, l’INVALSI.
  • D.Lgs. 82/2005: "Codice dell'amministrazione digitale" (CAD).
  • L. 296/2006: innalza l’obbligo scolastico a 16 anni, per la durata complessiva di 10 anni, fino alla frequenza del primo biennio delle superiori. Stabilisce, con un documento tecnico, quali sono gli assi culturali del biennio e indica, come obiettivo primario del biennio, il conseguimento di alcune competenze di base.
  • D.P.R. 235/2007: è un aggiornamento dello “Statuto delle Studentesse e degli Studenti” ed è innovativo per quanto riguarda la disciplina e le sanzioni agli studenti. E’ stato emanato in seguito ad alcuni gravi episodi di “bullismo” nella scuola.
  • L. 1/2007: integra e modifica in parte la L. 425 sugli Esami di Stato.
  • D.M. 42/2007: disciplina i debiti formativi e i crediti scolastici nella scuola superiore.
  • O.M. 92/2007: specifica in che cosa debbano consistere le attività di recupero dei debiti formativi.
  • D.Lgs. 81/2008: "Attuazione dell'articolo 1  della L. 23/2007, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro".
  • L. 133/2008: "Conversione in legge, con modificazioni, del D.L. 112/2008, recante disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria".
  • L. 169/2008: "Conversione in legge, con modificazioni, del D.L. 137/2008recante disposizioni urgenti in materia di istruzione e università" (Riforma Gelmini). 
  • D.Lgs. 106/2009: "Disposizioni integrative e correttive del D.Lgs. 81/2008, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro".
  • D.Lgs. 150/2009: "Attuazione della L. 15/2009, in materia di ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico e di efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni" - Riforma Brunetta
  • D.P.R. 81/2009: detta le norme di sicurezza che si devono rispettare all’interno di un edificio scolastico.
  • D.P.R.122/09: raccoglie tutta la normativa riguardante la valutazione degli studenti, anche in relazione alla condotta, e disciplina la materia delle assenze dalle lezioni.
  • D.Lgs. 235/2010: "Modifiche ed integrazioni al D. Lgs. 82/2005, recante Codice dell'amministrazione digitale, a norma dell'articolo 33 della L. 69/2009" - Nuovo CAD
  • D.P.R. 89/2010: riorganizza il sistema dei Licei, all’interno della Riforma dei cicli, avviatasi con la Legge 53/03, articolandolo in sei tipologie: artistico, classico, linguistico, musicale e coreutico, scientifico, delle scienze umane;  fornisce inoltre  le Indicazioni nazionali sui contenuti di studio.
  • L. 183/2011: "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato - Legge di stabilità 2012" (Semplificazione).
  • C. M. 20/2011: è la circolare applicativa delle norme del D.P.R.122/09, art. 14, che riguardano il tetto massimo di assenze annuali.
  • D.L. 95/2012: "Disposizioni urgenti per la revisione della spesa pubblica con invarianza dei servizi ai cittadini (nonché misure di rafforzamento patrimoniale delle imprese del settore bancario)" - Spending review.
  • L. 134/2012: "Conversione in legge, con modificazioni, del D.L. 83/2012, recante misure urgenti per la crescita del Paese" (articolo 18).
  • Linee Guida Decreto Legislativo 83/2012 – Art. 18 
  • L. 190/2012: "Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell'illegalità nella pubblica amministrazione".
  • L. 221/2012: "Conversione in legge, con modificazioni, del D.L. 179/2012 (Sviluppo bis - Crescita 2.0), recante ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese".
  • D.M. 254/2012: "Regolamento recante indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell'infanzia e del primo ciclo d'istruzione, a norma dell'articolo 1, comma 4, del D.P.R. 89/2009".
  • Decreto Direttoriale n. 6 del 16 aprile 2012 della Direzione Generale per il Personale scolastico ha definito gli aspetti caratterizzanti dei corsi di perfezionamento del valore di 20 Crediti Formativi Universitari per l’insegnamento di una disciplina non linguistica in lingua straniera secondo la metodologia CLIL rivolti ai docenti in servizio nei Licei e negli Istituti tecnici.
  • D. Lgs. 33/2013: -"Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni"
  • Sanzioni per mancata pubblicazione secondo il D. Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 
  • D.P.R. 62/2013: Regolamento recante codice di comportamento dei dipendenti pubblici, a norma dell'articolo 54 del D. Lgs. 165/2001.   
  • Dip. della Funzione Pubblica- C. N° 2 del 19-7-2013 - d.lgs. N. 33 del 2013 - attuazione della trasparenza 
  • L. 128/2013: "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 12 settembre 2013, n. 104, recante misure urgenti in materia di istruzione, università e ricerca."
  • L. 114/2014: "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 24 giugno 2014, n. 90, recante misure urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa e per l'efficienza degli uffici giudiziari." 
  • Nota ministeriale N. 4969/2014: Avvio in ordinamento dell’insegnamento di discipline non linguistiche (DNL) in lingua straniera secondo la metodologia CLIL ne terzo, quarto, quinto anno dei Licei Linguistici e nel quinto anno dei Licei e degli Istituti tecnici. Norme transitorie a.s. 2014/15.
  • L. 107/2015: "Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti."
  • D. Lgs. 13 aprile 2017, n. 59 Riordino, adeguamento e semplificazione del sistema di formazione iniziale e di accesso nei ruoli di docente nella scuola secondaria per renderlo funzionale alla valorizzazione sociale e culturale della professione, a norma dell’articolo 1, commi 180 e 181, lettera b), della legge 13 luglio 2015, n. 107.
  • D. Lgs. 13 aprile 2017, n. 60 Norme sulla promozione della cultura umanistica, sulla valorizzazione del patrimonio e delle produzioni culturali e sul sostegno della creatività, a norma dell’articolo 1, commi 180 e 181, lettera g), della legge 13 luglio 2015, n. 107.
  • D. Lgs.  13 aprile 2017, n. 61  Revisione dei percorsi dell’istruzione professionale nel rispetto dell’articolo 117 della Costituzione, nonché raccordo con i percorsi dell’istruzione e formazione professionale, a norma dell’articolo 1, commi 180 e 181, lettera d), della legge 13 luglio 2015, n. 107.
  • D. Lgs. 13 aprile 2017, n. 62 Norme in materia di valutazione e certificazione delle competenze nel primo ciclo ed esami di Stato, a norma dell’articolo 1, commi 180 e 181, lettera i), della legge 13 luglio 2015, n. 107. 
  • D. Lgs. 13 aprile 2017, n. 63 Effettività del diritto allo studio attraverso la definizione delle prestazioni, in relazione ai servizi alla persona, con particolare riferimento alle condizioni di disagio e ai servizi strumentali, nonché potenziamento della carta dello studente, a norma dell’articolo 1, commi 180 e 181, lettera f), della legge 13 luglio 2015, n. 107.
  • D. Lgs. 13 aprile 2017, n. 64 Disciplina della scuola italiana all’estero, a norma dell’articolo 1, commi 180 e 181, lettera h), della legge 13 luglio 2015, n. 107. (17G00072) (Suppl. Ordinario n. 23) 
  • D. Lgs. 13 aprile 2017, n. 65 Istituzione del sistema integrato di educazione e di istruzione dalla nascita sino a sei anni, a norma dell’articolo 1, commi 180 e 181, lettera e), della legge 13 luglio 2015, n. 107. 
  • D. Lgs. 13 aprile 2017, n. 66 Norme per la promozione dell’inclusione scolastica degli studenti con disabilità, a norma dell’articolo 1, commi 180 e 181, lettera c), della legge 13 luglio 2015, n. 107.
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookie sul vostro dispositivo.